Un centinaio di ultras del Napoli sono stati denunciati per aver infranto il divieto di acquisto del biglietto per il settore ospiti in occasione della partita contro la Juventus all’Allianz Stadium. I tifosi, come spiega la questura di Torino, sono stati individuati grazie alle indagini della Digos. Stando agli accertamenti, gli ultras “residenti a Napoli ed appartenenti ai gruppi più oltranzisti del tifo organizzato partenopeo” erano riusciti a entrare in possesso dei tagliandi per assistere al match “grazie a due ricevitorie” di Isernia e di Torre del Greco, “i cui titolari saranno pertanto denunciati all’autorità giudiziaria per inottemperanza al provvedimento adottato nei giorni scorsi dal Prefetto di Torino che vietava la vendita”.

Grazie anche alla collaborazione della Digos della questura di Napoli, inoltre, è stato possibile rintracciare tutti gli ultras interessati evitando la loro partenza per Torino, “scongiurando così problematiche di ordine pubblico”. Il match vinto dalla Juve in extremis per 4-3 – segnala la nota della questura piemontese – “nonostante fosse caratterizzato da elevati profili di rischio, si è svolto senza alcuna problematica di ordine pubblico grazie ad una capillare organizzazione dei servizi improntati” dall’autorità di pubblica sicurezza con la collaborazione di tutte le forze dell’ordine” e della società sportiva nell’ambito della cosiddetta ‘Sicurezza partecipata’.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lazio-Roma 1-1, Luis Alberto risponde a Kolarov. Pali, traverse, gol annullati: emozioni e occasioni ma il derby non ha padrone

next
Articolo Successivo

Mauro Icardi al Psg, “trovato l’accordo con l’Inter: l’attaccante in prestito per un anno”

next