Un canile “lager” con 55 cani malnutriti, a cui mancava cibo e acqua. È la scoperta fatta dalla polizia durante una serie di controlli nel quartiere di Librino e in località Vaccarizzo, a Catania. Nella struttura, anche altri animali, come cavalli, percore, oche, capre e maiali. I due gestori sono indagati per detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura. Hanno ammesso le proprie responsabilità provvedendo, dietro diffida da parte dei poliziotti, a ripristinare le condizioni di benessere degli animali. Gli indagati ospitavano cani che erano stati affidati da enti comunali o che provenivano da situazioni di maltrattamento, percependo donazioni economiche per la cura degli animali. Come si vede nel video, l’acqua nelle ciotole, quando c’è, è putrida. E in molti casi all’interno sono stati trovati insetti morti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dolomiti, coppia di spagnoli bloccata per tre giorni sulle Tre Cime di Lavaredo: recuperati dopo aver rifiutato per due volte i soccorsi

prev
Articolo Successivo

Fabio Gaudenzi, l’ex braccio destro di Massimo Carminati in video poco prima dell’arresto: “Non siamo mafiosi, siamo fascisti”

next