Serena Williams ha nel mirino il suo 73esimo titolo WTA, ma nel corso del primo set della finale di Toronto avverte un dolore lancinante alla schiena. È costretta al ritiro, si siede e inizia a piangere. L’avversaria, la 19enne canadese Bianca Andreescu, si avvicina: “Ho seguito tutta la tua carriera (Williams ha 37 anni, ndr), so che sei una forza”. Poi l’invito ad alzarsi. E l’abbraccio salutato dall’ovazione del pubblico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pallavolo, la Nazionale maschile batte la Serbia 3-0 e stacca il biglietto per Tokyo 2020

prev
Articolo Successivo

Ciclismo, Pozzovivo investito da un’auto mentre si allenava: fratture a braccio e gamba

next