Un piccolo aereo è precipitato sulle alture sopra Calizzano (Savona). Le due persone che erano a bordo sono morte. Il velivolo è stato individuato sul Monte Carmo, sulle alture di Calizzano (Savona) da squadre del Soccorso alpino e Vigili del fuoco.

L’aereo, partito da Vercelli e diretto a Villanova d’Albenga, era sparito dai radar ieri sera. I soccorritori hanno raggiunto il punto dove l’ultraleggero è caduto grazie alla segnalazione dall’equipaggio di un elicottero della Marina Militare con hanno strumentazioni che permettono loro di operare anche nella notte. La nebbia e la zona assai impervia hanno reso complicato il raggiungimento del punto dove l’aereo ha impattato con il suolo. E proprio la nebbia potrebbe aver causato l’incidente, con il pilota che, confuso, potrebbe aver tenuto l’aereo a quota troppo bassa. Alle operazioni stanno partecipando anche uomini della Protezione civile e i carabinieri.

L’incidente, secondo quanto riferito dal Soccorso alpino, è avvenuto in una zona dove in passato era caduto un altro ultraleggero. I corpi delle due vittime, Lorenzo Castaldi, 70 anni, di Lenta (Vercelli) e di Andrea Giussani, 35 anni, di Ossona (Milano), sono stati recuperati. Erano partiti da Vercelli ed erano diretti all’aeroporto Panero di Villanova d’Albenga.

Foto di archivio

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Metaponto, incendio in un capannone che ospita migranti: morta una 28enne nigeriana

next
Articolo Successivo

Milano, 30enne ucciso a coltellate in viale Monza: fermato un 47enne coinquilino della vittima. Altri 2 sono indagati

next