È risultato positivo al test della cocaina Fabio Provenzano, l’uomo che nella tarda sera del 12 luglio era alla guida dell’auto che si è schiantata sulla A29 Palermo-Trapani. Nell’incidente è morto il figlio 13enne Francesco, mentre è ancora ricoverato in gravissime condizioni l’altro, Antonio, di 9 anni. Poco prima dello schianto aveva postato su Facebook un video che lo ritrae al volante e inquadra anche i due bambini. Provenzano era già accusato di omicidio colposo e ora la sua posizione è aggravata dal fatto che fosse sotto effetto di droga.

L’auto viaggiava ad alta velocità quando si è schiantata all’altezza di Alcamo. Nelle riprese pubblicate si sente il rombo del motore. Ad un certo punto si vede l’auto sterzare e poi all’improvviso tutto nero. Oltre al figlio di 9 anni, anche lo stesso Fabio Provenzano è ricoverato all’ospedale Villa Sofia di Palermo, in coma farmacologico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Isola d’Elba, esplode palazzina nella notte: morti marito e moglie settantenni, tre feriti con ustioni

prev
Articolo Successivo

Firenze, quando ci accorgeremo che abbiamo un problema di sicurezza sulle ferrovie?

next