Francesco Vannucci non risponderà alle domande dei pm. L’ex bancario del Monte dei Paschi di Siena è indagato dalla Procura di Milano per corruzione internazionale nell’ambito dell’inchiesta sui presunti fondi russi alla Lega. Nei giorni scorsi, con una dichiarazione all’Ansa, aveva fatto sapere di aver partecipato all’incontro del 18 ottobre all’Hotel Metropol a Mosca, riunione al centro dell’indagine milanese. Con lui nella capitale russa c’erano anche Gianluca Savoini, ex collaboratore leghista e presidente dell’Associazione Lombardia-Russia, e l’avvocato Francesco Meranda, entrambi indagati nello stesso fascicolo. Anche loro hanno deciso, in prima battuta, di avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande dei magistrati milanesi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roberto Formigoni, ecco perché è uscito dal carcere: “Ha compreso i suoi sbagli, ha 72 anni e non può più collaborare alle indagini”

prev
Articolo Successivo

Caso Siri, le manovre di Arata per dargli un posto nel governo. Con Nicastri si lamentava: “Emendamento fermo, M5s rompe i coglioni”

next