Francesco Vannucci non risponderà alle domande dei pm. L’ex bancario del Monte dei Paschi di Siena è indagato dalla Procura di Milano per corruzione internazionale nell’ambito dell’inchiesta sui presunti fondi russi alla Lega. Nei giorni scorsi, con una dichiarazione all’Ansa, aveva fatto sapere di aver partecipato all’incontro del 18 ottobre all’Hotel Metropol a Mosca, riunione al centro dell’indagine milanese. Con lui nella capitale russa c’erano anche Gianluca Savoini, ex collaboratore leghista e presidente dell’Associazione Lombardia-Russia, e l’avvocato Francesco Meranda, entrambi indagati nello stesso fascicolo. Anche loro hanno deciso, in prima battuta, di avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande dei magistrati milanesi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Roberto Formigoni, ecco perché è uscito dal carcere: “Ha compreso i suoi sbagli, ha 72 anni e non può più collaborare alle indagini”

next
Articolo Successivo

Caso Siri, le manovre di Arata per dargli un posto nel governo. Con Nicastri si lamentava: “Emendamento fermo, M5s rompe i coglioni”

next