“I nostri monumenti vanno rispettati e le storiche fontane di Roma non sono piscine”. Così la sindaca della Capitale, Virginia Raggi, commenta il video della polizia locale di Roma in cui si vede un agente di polizia entrare nella vasca della Fontana di Trevi per tirare fuori un uomo che, vestito da antico senatore romano, si era gettato in acqua. “Sono comportamenti inaccettabili verso i quali non c’è alcun tipo di tolleranza – commenta la sindaca -: dopo l’approvazione del Regolamento di Polizia Urbana, infatti, chi decide di fare un bagno nelle fontane di Roma viene punito con una sanzione di 550 euro e con la misura del Daspo Urbano. Così è stato per il pittoresco senatore romano e così sarà per chiunque offenderà il patrimonio storico e artistico della città, che appartiene a tutti”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Imperia, quattro arresti per truffa sulla gestione di centri di accoglienza. “Migranti obbligati a nutrirsi di interiora”

prev
Articolo Successivo

Manuel Bortuzzo torna a nuotare e scrive a Paltrinieri e Detti: “Vi sfido in un 50 stile”

next