È andato a casa di una massaggiatrice per sottoporsi a un trattamento pubblicizzato su internet, ma una volta entrato ha picchiato la donna e l’ha violentata. È successo a Ostuni, in provincia di Brindisi. La vittima è una ragazza cinese, mentre il suo aguzzino si chiama Salvatore Intrepido, 62 anni, residente a Noci, nel Barese. L’uomo è stato arrestato e ha confessato tutto agli inquirenti: è accusato di violenza sessuale e rapina. La violenza si è ripetuta due volte, il 21 agosto e il 13 settembre 2018: Intrepido è andato in casa della donna con il pretesto del massaggio, poi l’ha legato, l’ha picchiata e violentata.

In entrambe le occasioni la vittima è stata anche rapinata, di 400 euro la prima volta e di 140 euro la seconda. La descrizione degli eventi è stata fatta dallo stesso Intrepido che ha raccontato come, durante quest’ultimo episodio, ha anche minacciato la donna con “un coltello usato per aprire i panini”. “Ho preso il coltello, ma per intimorirla, le ho detto di stare ferma altrimenti l’avrei ammazzata, ma non le avrei mai fatto del male“, ha spiegato Salvatore Intrepido al magistrato. Durante la confessione l’uomo si è scusato, dicendo che stava “attraversando un periodo particolare”. Nonostante le aggravanti dell’uso di un’arma, dell’aggressione in casa e dell’aver immobilizzato la persona violentata, la difesa ha chiesto che, considerata la confessione di Intrepido, la pena sia da scontare ai domiciliari.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Aboubakar Soumahoro lotta coi migranti. E io li appoggio in pieno

prev
Articolo Successivo

Torino, scompare dopo la condanna a 25 anni lo “scrittore assassino”: aveva raccontato l’omicidio nel suo romanzo

next