È andato a casa di una massaggiatrice per sottoporsi a un trattamento pubblicizzato su internet, ma una volta entrato ha picchiato la donna e l’ha violentata. È successo a Ostuni, in provincia di Brindisi. La vittima è una ragazza cinese, mentre il suo aguzzino si chiama Salvatore Intrepido, 62 anni, residente a Noci, nel Barese. L’uomo è stato arrestato e ha confessato tutto agli inquirenti: è accusato di violenza sessuale e rapina. La violenza si è ripetuta due volte, il 21 agosto e il 13 settembre 2018: Intrepido è andato in casa della donna con il pretesto del massaggio, poi l’ha legato, l’ha picchiata e violentata.

In entrambe le occasioni la vittima è stata anche rapinata, di 400 euro la prima volta e di 140 euro la seconda. La descrizione degli eventi è stata fatta dallo stesso Intrepido che ha raccontato come, durante quest’ultimo episodio, ha anche minacciato la donna con “un coltello usato per aprire i panini”. “Ho preso il coltello, ma per intimorirla, le ho detto di stare ferma altrimenti l’avrei ammazzata, ma non le avrei mai fatto del male“, ha spiegato Salvatore Intrepido al magistrato. Durante la confessione l’uomo si è scusato, dicendo che stava “attraversando un periodo particolare”. Nonostante le aggravanti dell’uso di un’arma, dell’aggressione in casa e dell’aver immobilizzato la persona violentata, la difesa ha chiesto che, considerata la confessione di Intrepido, la pena sia da scontare ai domiciliari.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aboubakar Soumahoro lotta coi migranti. E io li appoggio in pieno

next
Articolo Successivo

Torino, scompare dopo la condanna a 25 anni lo “scrittore assassino”: aveva raccontato l’omicidio nel suo romanzo

next