“La sindaca mi ha chiesto le deleghe e la carica di vicesindaco per dare un segnale di cambiamento nella sua amministrazione”. Lo ha detto Guido Montanari, vicesindaco di Torino, nel giorno in cui Chiara Appendino renderà conto al Consiglio comunale dopo il caso del Salone dell’Auto. “Io ho risposto che non ho motivi per dimettermi perché ho operato molto bene. Se Chiara ritiene di interrompere il mio lavoro è una sua scelta. Ha il potere per revocare le deroghe e gli altri consiglieri possono solo fare le proprie considerazioni. C’è un orientamento legato ai vecchi poteri forti di questa Città, un ritorno al Sistema Torino” ha detto il vicesindaco

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Appendino revoca le deleghe al vice: “Non vado avanti con freno tirato. Se il male minore è andare a casa, così sarà”

next
Articolo Successivo

Fondi russi alla Lega, ai tempi si lanciavano monetine. Perché oggi nessuno si indigna?

next