“Perché no?”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, alle nostre domande se il vicepresidente Matteo Salvini dovrebbe riferire alle Camere sulla vicenda dei rapporti tra la Lega e il Cremlino. Conte poi precisa: “Non c’è stata nessuna ‘coltellata alle spalle’ nei confronti di Matteo Salvini – quando gli sono state ricordate le frasi che alcuni giornali hanno attribuito oggi al leader della Lega sulla precisazione del governo a proposito di chi abbia invitato Savoini a Villa Madama per la cena offerta da Palazzo Chigi per il Presidente Putin – questa cosa la respingo proprio, perché non esiste. E so che Salvini non l’ha detta, mi è stato assicurato che è così. È una cosa che non sta né in cielo né in terra. Quando è uscita la mia nota di precisazione il ministro Salvini è stato informato, anche tramite la sua portavoce. Era un’anticipazione che ho ritenuto di fare a lui visto che era una questione che lo coinvolgeva”. Ha concluso il premier: “Sia ben chiaro: le nostre linee guida sono assoluta trasparenza di fronte ai cittadini italiani, assoluta fedeltà agli interessi nazionali. Non ci smuoveremo, questo governo non si muoverà da queste linee guida di un millimetro. Voglio essere chiaro”
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Salvini incontra parti sociali: “Non voglio sostituirmi a nessuno”. Ma provoca M5s su rifiuti, Tav e salario minimo

prev
Articolo Successivo

Manovra, Conte: “Salvini anticipa temi e contenuti? Siamo nel campo della scorrettezza istituzionale”

next