Un ex pugile che nel 1996 aveva partecipato alle Olimpiadi di Atlanta intimidiva imprenditori e professionisti per conto del clan dei Casalesi. Si tratta di Ovidiu Bali, romeno di 44 anni residente a Roma, arrestato questa mattina dagli uomini della Direzione investigativa antimafia di Trieste e accusato di estorsione aggravata dal metodo mafioso e dalle finalità mafiose. I delitti erano diretti a favorire gli interessi del clan camorristico.

L’uomo, vicino ai vertici della famiglia Spada di Ostia, aveva l’incarico di convincere le vittime, anche con coercizioni fisiche, a rinunciare a ingenti crediti e a cedere beni immobili e mobili senza alcun corrispettivo a favore di un intermediario finanziario che operava per conto di clan camorristici, tra i quali i Casalesi.

I prestiti confluivano poi sul conto delle società di Fabio Gaiatto, considerato l’intermediario, arrestato nel dicembre scorso insieme ad altre sette persone con l’accusa di appartenere a un clan camorristico attivo tra il Friuli e il Veneto orientale. Gaiatto, di Portogruaro, in provincia di Venezia, aveva investito quasi 12 milioni di euro appartenenti a gruppi criminali contigui ai Casalesi, con la complicità di diverse società in Croazia, Slovenia e Gran Bretagna.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sea Watch, manifestazione di solidarietà a Milano: “Di fronte a barbarie disobbedire è un dovere, signfica restare umani”

prev
Articolo Successivo

Ponte Morandi, venerdì l’esplosione delle pile 10 e 11. Timori dei residenti per le polveri: “Precauzioni una presa in giro”

next