C’era anche Vladimir Luxuria tra gli ospiti di Barbara D’Urso nell’ultima puntata di Live – Non è la D’Urso per tirare le somme del caso Prati: l’opinionista ha detto la sua sul ruolo di “Donna Pamela”, ovvero Pamela Perricciolo, una delle due ex agenti della Prati. “Io non sono una psicologa, ma penso che Mark Caltagirone sia l’uomo che Pamela Perricciolo sarebbe voluto essere – ha spiegato Luxuria -. Ci sono persone che nascono in un corpo che non sentono loro: se tu reprimi questa tua transessualità, o fai del male solo a te stesso, o anche agli altri.

“Io penso che Pamela Perriccolo sarebbe voluta essere uomo e ha creato questa realtà parallela per far legare sentimentalmente le donne che sentiva più vicino”. Poi l’ex parlamentare ha espresso tuta la sua l’indignazione per la scelta delle due ex agenti Perricciolo e Michelazzo di aver coinvolto nella loro messinscena anche un bambino che doveva fingere di avere un tumore alla gola, osservazione che ha raccolto gli applausi del pubblico in studio.

Nell’ultima puntata della stagione, Live ha avuto una media del 18,33% di share con picchi del 30% di share e di 3 milioni e mezzo di spettatori, come ha fatto sapere la padrona di casa Barbara D’Urso, che ha commentato entusiasta: “Contro la PARTITA dell’ITALIA!!! Il 19 giugno!!!! VI AMOOOOOO!!! Grazie per questa prima stagione da record!!!! Sono numeri impressionanti e totalmente inaspettati per un programma nuovo che porta in prima serata i linguaggi della tv del pomeriggio!!! Pochissima spesa e grandissima resa!!!”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Beppe Fiorello sbarca a Mediaset. E la sua prossima fiction andrà in onda su Canale5

next
Articolo Successivo

Francesca Cipriani contro Walter Nudo: “È gay, ha passato San Valentino in hotel con un uomo”

next