“Tutti dobbiamo cominciare a lavorare ad una riforma del Csm, del resto era scritto nel contratto di governo. Dobbiamo riflettere sulla possibilità di intervenire sul sistema elettorale”. A rivendicarlo il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafedein merito alle vicende giudiziarie che hanno investito alcuni ex membri del Csm, a margine della relazione annuale dell’Anac, l’Autorità anticorruzione. Presente anche il vicepresidente del Csm David Ermini, che già negli scorsi giorni aveva parlato di “degenerazioni correntizie, giochi di potere e traffici venali di cui purtroppo evidente traccia è nelle cronache di questi giorni”.

In base a quanto emerso dalle ricostruzioni giornalistiche e dalle conversazioni intercettate grazie al «trojan», l’ex ministro Pd dello Sport Luca Lotti, protagonista di incontri notturni riportati nelle carte dell’inchiesta con il collega dem Cosimo Maria Ferri, Palamara e altri magistrati, finalizzati a decidere a tavolino le nomine dei procuratori capi, si sarebbe lamentato nei suoi incontri proprio per la mancata collaborazione dello stesso Ermini. Ricostruzioni alle quali il vicepresidente non ha voluto replicare: “Lotti? Non rilascio dichiarazioni“, ha tagliato corto.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Csm, il segretario Pd Zingaretti: “Lotti e Ferri si devono dimettere? Per ora non ci sono indagati”

next
Articolo Successivo

Sala, la battuta su Salvini: “Italiani suoi figli? Non lo voglio neanche come zio”

next