“Notte serena Amici, oggi non c’è un caz… da festeggiare”. E’ polemica sui social per un post di Matteo Salvini che risale al 2013 e che l’attuale ministro dell’Interno aveva pubblicato proprio il 2 giugno di quell’anno, in occasione della festa della Repubblica. Niente a che vedere con quello che ha pubblicato oggi: “Buona domenica e buona Festa della Repubblica, Amici. Orgoglioso di poter esercitare il mio ruolo di governo sempre a difesa dell’Italia!”: insieme a queste parole, una sua foto con la mano sul cuore.

Molte le polemiche social: “Cosa non si farebbe per poltrone & sofà’… pure l’auto like”. “Per #Salvini fino a non molto tempo fa il #2giugno non c’era “un cazzo da festeggiare”. Probabilmente in cuor suo lo pensa tuttora, visto che la nobile dichiarazione risale al 2013 e non a decenni fa. Non c’è che dire, è davvero uno con cui un “moderato” fa bene ad allearsi”, scrive un altro utente. E ancora: “#Salvini cambia idea a seconda di ciò che dal punto di vista politico, attira più voti. Cosa farà tra quale anno, si batterà a sostegno delle ONG?”

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Venezia, così si è avverata la “profezia” di Banksy: nella sua opera una Grande Nave sovrastava minacciosa la città

prev
Articolo Successivo

Kinsey Wolanski, che fine ha fatto il suo profilo Instagram dopo l’invasione di campo? Lo spiega lei su twitter

next