“Sono ottimista, spero in una marea di sì per Di Maio su Rousseau, così si può continuare ad andare avanti”. Così ha rivendicato, con tono sarcastico, Matteo Salvini, nel corso di una conferenza in Senato, in merito al voto degli iscritti M5s per confermare o meno lo stesso Di Maio come ‘capo politico’ del M5s. “O si torna a lavorare, o la Lega non ha tempo da perdere. Sto con rispetto aspettando la decisione su Rousseau, bizzarra quest’attesa di milioni di italiani. Rispetto l’organizzazione di qualsiasi partito, ma da domani stop ai litigi”, è poi tornato a minacciare Salvini nei confronti dell’alleato di governo.Ma non solo. Perché Salvini e la Lega sfidano ora il M5s pure sullo sblocca-Cantieri, con l’annuncio di un emendamento che intende ‘sospendere per due anni il Codice degli Appalti’.

Da tempo il governo sta lavorando per modificare il Codice, una questione che già in passato ha diviso l’esecutivo per il rischio di depotenziare il ruolo dell’Anac, l’Autorità anticorruzione. “Sappiamo che ci sta lavorando il governo, ma non vorremmo perdere altri mesi o anni. Con il nostro emendamento per due anni sarà come se non esistesse. Emendamento prioritario per la tenuta dell’esecutivo? Serve al Paese, ci aspettiamo risposte coerenti dal M5s. Anche se non è esplicitato nel contratto di governo, resta una proposta di buon senso. Quindi lo sospendiamo”, ha rivendicato Salvini, precisando che un accordo con il M5s ancora non c’è.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

La batosta del M5s non ne intacca il valore. Ma al suo interno ci sono personalità ben diverse

next
Articolo Successivo

2 giugno, FdI contro Trenta: “Buona festa buonista, peace and love”. Lei fa il segno della pace. Ma finisce con le urla in Aula

next