Dopo le polemiche e una settimana di pausa, è tornato in onda Ciao Darwin 8, lo show di Canale 5 condotto da Paolo Bonolis finito nella bufera in seguito agli infortuni verificatesi durante la registrazione di alcune puntate. Indiscusso protagonista della serata è stato il concorrente Gabriele Marchetti, il concorrente che ha avuto un incidente durante le registrazioni del gioco del Genodrome e che ora rischia la paralisi. La sua partecipazione al gioco televisivo non è stata integralmente mostrata al pubblico di Canale 5 e al centro delle polemiche è finito il gioco dei rulli dove è caduto il 54enne. La produzione del programma ha deciso di mandare in onda comunque la famigerata prova e la puntata, dedicata allo scontro tra Finti Giovani e Nati Vecchi, era proprio quella in cui è successo l’incidente di Marchetti, registrata il 17 aprile scorso.

Gabriele Marchetti (con camicia arancione) appare chiaramente nelle prime fasi del Genodrome ma poi scompare nella prova dei rulli. Ovviamente la scena della caduta è stata tagliata dalla produzione di Ciao Darwin ma è bastata la sola messa in onda del Genodrome a scatenare polemiche in Rete. Da Mediaset hanno fatto sapere però che il gioco dei rulli non comparirà più, salvo che nella puntata “Juventini contro Tutti” (registrata prima, ma forse spostata per evitare la concomitanza col derby della Mole): una decisione dettata anche dal fatto che i rulli sono stati posti sotto sequestro dalla Procura di Roma che indaga sull’accaduto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Antonino Cannavacciuolo si commuove e ammette: “Sono un padre assente”

prev
Articolo Successivo

Mara Maionchi: “Il tradimento di mio marito? Cosa vuole che sia un corno”

next