Stava tentando di atterrare durate una forte tempesta ma è scivolato nel fiume. È successo nella notte, poco prima delle 4 (ora italiana, nella serata negli Usa orientali) a un Boeing 737 della Miami Air International proveniente da Guantanamo (Cuba) che è andato fuori pista a Jacksonville, in Florida, finendo nel St. Johns River. Le 143 persone a bordo, riferisce lo sceriffo di Jacksonville, sono tutte vive.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regeni, Conte telefona ad al-Sisi: segnalata una richiesta di rogatoria da parte della Procura di Roma

next
Articolo Successivo

Cuba, dal sogno della super-vacca alla carne di struzzo. Tornano i tempi duri?

next