Da ormai sei anni, a Taranto, è tradizione festeggiare il primo maggio con il “contro-concertone”. Anche quest’anno il palco del Parco Archeologico delle Mura Greche farà da megafono a idee, riflessioni e battaglie sociali. “Chi pensa di averci in pugno sappia che i pugni abbiamo appena cominciato a stringerli” è il titolo di questa edizione, organizzata dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti con la collaborazione dei direttori artistici Diodato e Roy Paci.

Sarà data voce alle realtà impegnate nella difesa dei territori e in prima fila per la tutela dei diritti universali, ma senza dibattiti politici. Per questo saliranno sul palco i rappresentanti di No Tav e No Tap, i ragazzi di Stop Biciodio che si battono contro la devastazione ambientale della terra dei fuochi, gli organizzatori della manifestazione che chiede la chiusura dell’ex Ilva con la riconversione economica del territorio di Taranto, le mamme No Pfas del Veneto che si battono contro l’inquinamento delle falde acquifere.

Seppur in collegamento, interverrà anche Ilaria Cucchi: spetterà a lei raccontare gli anni difficili vissuti per rendere giustizia a suo fratello Stefano. Si collegherà da Riace il sindaco Mimmo Lucano, diventato il simbolo dell’accoglienza dei migranti, mentre dalla Sicilia arriverà la testimonianza di Pietro Marrone, il pescatore della nave Mare Jonio della Ong Mediterranea che ha soccorso e salvato 49 migranti in acque libiche finendo per essere indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Ma sarà la musica a fare da collante durante alla lunga giornata condotta dalla giornalista Valentina Petrini con Valentina Correani e Andrea Rivera. Saranno sul palco, a partire dalle 14 e fino a mezzanotte: Max Gazzè, Elio, Malika Ayane, Vinicio Caposela, ma anche Bobo Rondelli, Bugo, Cor Veleno, Colle der fomento, Andrea Laszlo De Simone, Dimartino, Epo, Tre Allegri Ragazzi Morti. Se a Roma ci sarà Noel Gallagher, a Taranto ecco gli Oesais, ovvero il duo – rigorosamente in dialetto – composto da Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo che proporrà la parodia dei fratelli Gallagher.  “La scaletta? Non l’avrete mai”, dicono gli organizzatori. A trasmettere l’evento saranno le emittenti locali Canale 85 e Antenna Sud (al canale 13), oltre alle pagine Facebook delle rispettive emittenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alfonso Signorini rivela: “Anche io ci sono cascato come Pamela Prati, mi innamorai dell’inesistente Lorenzo Coppi”

next