Inorridita. Questa la faccia di una madre quando, comodamente seduta in un tavolino del Warnbro McDonald’s di Perth, lo scorso venerdì, si è accorta che la figlia di due anni stava per mangiucchiando un preservativo usato. A quel punto, lei e il marito hanno immediatamente tolto l’oggetto dalle mani della bambina e hanno deciso di portarla subito in ospedale, preoccupati che potesse aver contratto una malattia sessualmente trasmissibile.

Non so come abbia fatto a trovarlo, so solo che mentre io ero al bancone mi sono girata e ho visto mio marito guardare nostra figlia sbalordito e impaurito”, ha detto la madre al Daily Mail. Una volta arrivati in ospedale, i genitori della piccola si sono sentiti dire che era il caso di tornare nel ristorante McDonald’s e recuperare il preservativo usato, in modo da poter analizzare anche quello. Impossibile capire come un preservativo usato sia finito dentro un locale tradizionalmente frequentato anche dai bambini.

Lo staff di McDonald’s intanto ha chiesto scusa per “l’incidente”: “Siamo molto dispiaciuti, La pulizia e la sicurezza sono le nostre priorità principali”, hanno fatto sapere con una nota ma la madre della bambina, furiosa, non accettare le scuse: adesso dovranno attendere tre mesi per effettuare altri esami sulla figlia.