Iva Zanicchi, opinionista in questa edizione del Grande Fratello Nip condotta da Barbara D’Urso, si è raccontata al settimanale Oggi. Perché ha accettato di fare questa esperienza? “Guardare dal buco della serratura piace un po’ a tutti: è il segreto di questi show. Da piccola, a casa di mio zio, poggiavo l’orecchio contro il muro per sentire litigare i vicini”. Accanto a lei, c’è Cristiano Malgioglio: “Lo conosco da 40 anni. È un fumetto, lo dico in senso buono. Bizzarro e con il fiuto di capire che cosa piace alla gente. Mi ha già scritto due nuove canzoni”.

E quando il giornalista le chiede la sua opinione sui “maschioni palestrati a petto nudo” che girano nella Casa e su una eventuale gelosia di suo marito, Iva sicura risponde: “Eh, ma mica sono dentro la Casa! E poi guardi, anche se fosse, per le quarantenni è un conto: oggi sono ragazzine. Ma le 70enni che vanno con i 30enni, sono aberranti“. Insomma, come sempre una Zanicchi che non ‘le manda certo a dire’. Anche se, sul paragone con Mara Maionchi, anche lei sincera e molto diretta, Iva ha qualcosa da obiettare: “Siamo in realtà piuttosto diverse, sa? Lei, secondo me, ha la parolaccia “montata di serie” sul personaggio. Io sono un po’ più pudica: però se mi scappa, mi scappa”, ha detto, per poi raccontare un episodio accaduto a Sanremo Young: “E’ stato sgradevole: si stava valutando il talento di una ragazza, e non eravamo d’accordo. Lei a un certo punto, tra la diretta e il fuori onda, mi guarda e sbotta: “Tu di musica non capisci un c…”. Non so, io non mi sarei mai permessa. Boh…”.

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Striscia la Notizia, Morgan: “Entro il 30 aprile devo lasciare la casa (pignorata), non so dove andrò”

prev
Articolo Successivo

Gianfranco Vissani: “A Pasqua ho preso 12 capretti e 20 agnelli. Se mi sento un assassino? No. Li ho anche uccisi a mani nude”

next