“Ricoprimi di oro” canta Gué Pequeno nella sua hit Bling Bling e sembra proprio che l’oro, ma anche i diamanti, piacciano molto al rapper italiano che ha pubblicato su Instagram una foto in cui sfoggia il suo nuovo gioiello. Si tratta di un anello in oro bianco realizzato appositamente per lui da Nove25, con la testa di un puma tempestata di diamanti e rubini. Un pezzo unico di un certo valore, che non è stato però apprezzato da alcuni sui followers che si sono scagliati contro di lui insultandolo nei commenti al post. “Fa ridere il fatto che nel video tenga la mano stretta per farla sembrare più figa e invece è rossa e gli trema ahahaha”, gli scrive qualcuno.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

il mio gioielliere ufficiale @nove25 ha realizzato per me questo anello in oro bianco 18k, diamanti f color 5t e rubini navette ? ✨

Un post condiviso da Gue Pequeno (@therealgue) in data:

E ancora: “Puoi avere tutti i gioielli che vuoi ma sempre una palla di lardo sei”; “Il mio falegname con 30 mila lire lo faceva meglio”; “Alla faccia di chi non arriva a fine mese”; “Sembri il padrino”. Ma c’è anche chi gli rinfaccia quanto detto nei confronti del “collega” Fedez in una recente intervista a La Confessione, in cui Gué Pequeno l’aveva accusato di essere troppo concentrato sull’aspetto estetico. “Il compenso di The Voice. E poi si diceva di Fedez…aiaiaia…coerenza zero”, gli scrive infatti qualcuno nei commenti: il riferimento è al compenso che prenderà per il suo ruolo di giudice della trasmissione di The Voice, in partenza il prossimo 23 aprile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milly Carlucci: “Io in crisi con mio marito? Una truffa che ho denunciato alla polizia postale”

next
Articolo Successivo

La meteora gigante illumina il cielo ed esplode a contatto con l’atmosfera: “Viaggiava a 122mila km/h”. Le immagini spettacolari

next