Uno psicologo responsabile del consultorio familiare di Laureana di Borrello, provincia di Reggio Calabria, è stato arrestato sabato mattina con l’accusa di tentata violenza sessuale e atti sessuali con minorenni, commessi tra il 19 ed il 28 marzo scorsi tra Rosarno e Melicucco ai danni di tre minori. Le indagini sono partite dalla denuncia sporta dai genitori di uno dei tre minorenni che, nel pomeriggio del 19 marzo scorso, mentre si trovava a Rosarno, dopo essere salito con l’inganno a bordo dell’auto dello psicologo di 66 anni, era stato costretto a subire un tentativo di violenza sessuale da cui era riuscito a fuggire.

Dopo questo episodio, i carabinieri di Rosarno, sotto il coordinamento dalla procura di Palmi, hanno cominciato a indagare: grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza e all’analisi dei tabulati telefonici dell’indagato, ma anche alle dichiarazioni rese dai minori in sede di audizione protetta, sono emersi i tre episodi in cui il 66enne, dopo aver adescato le vittime, aveva tentato di indurle a compiere o a subire atti sessuali. Questa mattina i militari della Compagnia di Gioia Tauro hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa su richiesta della Procura diretta da Ottavio Sferlazza.