Le nuove generazioni di medici, avvocati e architetti guadagnano meno di idraulici e babysitter. I nati dopo il 1976  sono i nuovi proletari, lo dicono dati Istat ancora inediti.  Ma se il ceto medio  piange, le grandi famiglie italiane tramontano tra scandali e indifferenza per le sorti del Paese. I racconti di Micheli, Salza e Barzini, le interviste alla Gialappa’s e a Salvatore Esposito di Gomorra

Sabato 13 aprile in edicola con il Fatto Quotidiano
Dal 14 aprile solo FQ MillenniuM a € 3,90

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Truffati banche, Conte: “Nel decreto crescita norme per liquidazione rapida e diretta di tutti i risparmiatori”

next
Articolo Successivo

Libia, Di Maio: “Non diventi tema di campagna elettorale. Italia nel 2011 ha pagato lo scotto di decisioni di altri”

next