“Il cinema come lo intendevamo noi negli anni ‘70 e ‘80, e in generale inteso come lo abbiamo vissuto nel ‘900 è sicuramente morto”, ha spiegato il regista de Lo Spietato (8-9-10 aprile nelle sale cinematografiche e dal 19 aprile su Netflix) “Il cinema comunque non muore perché c’è bisogno ogni volta di raccontare delle storie. Certo la fruizione di queste storie si sta modificando. Secondo me la sala non morirà mai. Come il teatro non è morto perché è arrivato il cinema, o la musica perché è arrivato Napster. Ogni volta che c’è una crisi poi si va avanti, bisogna accettare che il mondo va avanti. Come diceva Paz: “mai tornare indietro neanche per prendere la rincorsa”. Il cinema è morto viva il cinema”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Renato De Maria presenta il poliziottesco Lo Spietato: “Riccardo Scamarcio sovranista? Anche Pasolini lo era”

prev
Articolo Successivo

Renato De Maria e la storia d’amore con Isabella Ferrari: “La corteggiavano tutti e per me non c’era partita. Fu lei a conquistarmi chiedendomi: ‘Cosa c’ho io che non va?’”

next