Chi dice che per il Pianeta e per gli umani riconvertire l’economia lineare dello spreco all’economia circolare è un solo un costo, afferma una cosa inesatta e fa proprio il punto di vista dei petrolieri, dei cementificatori, dei produttori di usa e getta e di molti altri che hanno prosperato nell’economia dell’eccesso e dello sfruttamento.

Noi di Ecofuturo vi dimostreremo -nelle otto puntate- che per tutti gli altri, ovvero per il 99% della popolazione, passare all’era delle rinnovabili, del riuso, del rispetto per l’ecosistema è un guadagno.
E non indifferente.

Si guadagna in libertà perché l’energia rinnovabile è democratica e non sarà più appannaggio di pochi potentati. Il fotovoltaico, per esempio, con gli accumuli, è l’energia meno costosa che si possa avere, meno cara persino di quella ottenuta dall’inquinante carbone. E ci si guadagna anche in stile di vita. Già perché utilizzando le ecotecnologie si vive in equilibrio con i ritmi naturali, riscoprendo piaceri nuovi senza negarsi quelli a cui siamo affezionati, ma non consumando solo per buttare, cibandosi in eccesso di alimenti poco sani, diventando, magari, obesi o allergici.

Delle mille e mille ecoinnovazioni parleremo anche con ospiti speciali quali Licia Colò, Lucia Cuffaro, Michele Dotti, Sergio Ferraris, Jacopo Fo, Walter Klinkon, Fabio Roggiolani e Valerio Rossi Albertini.

Impareremo divertendoci e facendo divertire perché la salvezza della Terra è la più bella missione possibile e perché quelle decine di milioni di giovani che ci hanno chiesto idee e proposte, il 15 marzo, possano capire che devono coltivare la speranza e non l’angoscia e che oltre alla protesta ci sono le soluzioni ecotecnologiche.

Le otto puntate televisive –in onda ogni sabato dal 13 aprile nelle tv private italiane e dal 20 aprile sulle tv estere, con replica di domenica- ci accompagneranno alla sesta edizione di Ecofuturo Festival che si terrà sempre a Padova nella cornice del Fenice Green Energy Park a Padova dal 25 al 29 giugno 2019 e all’uscita della rivista “L’Ecofuturo Magazine”, da maggio 2019 in edicola.

Forse ci siamo montati la testa, ma siamo ricchi di idee e se non le comunichiamo con ogni mezzo a ogni tipo di pubblico ci scoppia la testa e poi, come disse Nicola Sacco nella ultima lettera al figlio prima di essere giustiziato ingiustamente, “ricordati figlio mio, il piacere dei tuoi giochi non tenerlo tutto per te!”.

Michele Dotti, Jacopo Fo e Fabio Roggiolani – cofondatori di Ecofuturo – www.ecofuturo.eu

Con i professori Giuliano Gabbani, Maurizio Fauri, Franco Donatini, Giuseppe De Natale, Enrico Pandeli, Francesco Girardi, Andrea Battiata per il Comitato Scientifico; con Sergio Ferraris, Simone Canova, Sauro Secci e Duccio Braccaloni per la comunicazione e i social; con Andrea Grigoletto e Andreas Spatharos per la Fondazione Fenice.

Il tutto in collaborazione con il Coordinamento Free delle Energie Rinnovabili e della Efficienza Energetica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

5G, Bruxelles blocca la sperimentazione. Ministra dell’ambiente: ‘I cittadini non sono cavie, servono standard di sicurezza’

next
Articolo Successivo

Ambiente, ministero boccia il piano rifiuti Sicilia: “Occorrono inceneritori”. Costa apre indagine: “Da me mai ok”

next