“Non dimenticherò mai gli ultimi giorni trascorsi insieme. Lei non era più la stessa, non usciva di casa se non con me”. Maria Teresa Giglio, mamma di Tiziana Cantone, si commuove ricordando la figlia morta suicida dopo la diffusione di un video porno in cui era protagonista insieme al fidanzato di allora, durante la conferenza stampa in Senato di presentazione della proposta di legge, voluta dal M5s, sul revenge porn. “Un provvedimento che colma una lacuna legislativa attraverso l’introduzione di un reato autonomo, che punisca la condotta di diffusione online di immagini a evidente sfondo sessuale senza il consenso dell’interessato” ha detto la prima firmataria, Elvira Evangelista. La pdl prevede un aumento delle pene e attività di prevenzione nelle scuole. “Non è possibile che il web e i social siano usati senza regole, come un vero e proprio far west’’, ha spiegato la senatrice, annunciando l’intenzione di introdurre “un’ulteriore aggravante se il soggetto rappresentato è un minore”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Prato, i ricatti della donna al minore da cui ha avuto un figlio. “Non ci vediamo? Mi uccido”. Lui: “Mi hai rovinato la vita”

prev
Articolo Successivo

Violentata in Circumvesuviana, scarcerato un altro indagato. Di Maio: “Vergogna”

next