Avrebbe pianificato la sua morte. David Bowie, secondo la giornalista britannica e sua biografa Lesley-Ann Jones, avrebbe fatto ricorso al suicidio assistito. La Jones ha rilasciato un’intervista alla BBC nella quale ha parlato degli ultimi giorni di vita del Duca Bianco e della procedura scelta per morire. Una procedura che sarebbe stata tenuta nascosta per proteggere la sua famiglia. “Chiunque l’abbia aiutato in questa missione e come sia stata compiuta – ha spiegato Jones – non sarà mai rivelato. Sono sicura che non ha coinvolto familiari e amici per proteggerli”, ha spiegato la biografa. Perché questa necessità di protezione? Ragioni legali: il suicidio assistito non è infatti consentito in diversi stati americani tra i quali quello di New York, nel quale Bowie è morto. Nessuna dichiarazione è stata ancora rilasciata dalla famiglia dell’artista.

 

ì

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili