La morte di Luke Perry, il Dylan di Beverly Hills 90210, ha commosso i molti che si erano affezionati all’attore. Secondo Forbes, Perry aveva fatto testamento nel 2015: una scelta che, stando a quanto raccontato da un suo amico, l’attore avrebbe fatto dopo un controllo in ospedale. Nessuna malattia venne diagnosticata a Luke al momento ma lui pensò comunque di indicare come avrebbero dovuto essere gestiti i suoi averi che, sempre a quanto si legge su Forbes, ammontavano a dieci milioni di dollari. I soldi sarebbero stati trasferiti ai figli disponendo di un trust. La fidanzata non compare nelle disposizioni testamentarie. Ma non è tutto. Perry aveva anche lasciato detto ai suoi familiari come comportarsi nel caso in cui si fosse trovato in gravi condizioni ed è per questo che dopo l’ictus la decisione è stata quella di staccare la spina, una volta venuti a conoscenza del fatto che l’attore non si sarebbe più ripreso.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Isola dei Famosi 2019, Vladimir Luxuria: “L’unico povero disgraziato qui è proprio Riccardo. La figura della moglie non mi è chiara”

prev
Articolo Successivo

Meghan Markle nel mirino degli haters: insulti razzisti, “vai a casa” e l’icona della banana. In azione i servizi segreti

next