Una donna di 36 anni è stata trovata morta in casa a Napoli dopo aver litigato col marito. È stato proprio l’uomo a chiamare i soccorsi, ma per Fortuna Belisario – questo il nome della vittima – non c’è stato nulla da fare. Ora l’uomo, Vincenzo Lopresto, di 41 anni, che già nella telefonata al 118 avrebbe fatto capire di aver picchiato la moglie durante un litigio particolarmente violento, è interrogato dal pm di turno, che sta coordinando le indagini della polizia.

L’episodio è accaduto in un appartamento di corso Mianella, nel quartiere di edilizia popolare Miano, alla periferia nord di Napoli, dove sono arrivati la polizia scientifica, il pm e il medico legale.

Quando la polizia mortuaria ha prelevato la salma della donna, un’amica ha gridato a una piccola folla di vicini che si era radunata: “Fate schifo! Nessuno di voi ha avuto il coraggio di fermarlo!”. Proprio i vicini descrivono la coppia come tranquilla: a quanto riferiscono, non c’erano mai stati litigi, e se ci sono stati non hanno provocato rumore, tanto è vero che avrebbero appreso dai telegiornali la notizia. I tre figli della coppia, tutti minorenni, non erano in casa quando è morta la madre.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Taranto, quattro bambini violentati, filmati e maltrattati: madre, compagno e un terzo uomo in carcere

prev
Articolo Successivo

Francesco Lo Coco, la procura indaga per istigazione al suicidio. “La sua agenda fitta di impegni fino al 2020”

next