Sono passata da 4 mila follower a 60 mila e crescevano sempre di più. Tantissime ragazze mi scrivevano, mi dicevano che apparivo più grassa, così ho iniziato a fare diete, saltare i pasti, da lì in poi è stata la mia condanna”, a parlare è Valentina Dallari, ex tronista di Uomini e Donne arrivata a pesare 37 chili. Da poco la ragazza bolognese è uscita da una clinica specializzata dopo un lungo percorso per combattere l’anoressia: “Mi sentivo in dovere di perdere peso. Seguivo la Ferragni, in un’intervista disse che pesava 53 chili e ho preso questo numero come criterio della mia vita. La vedevo perfetta e con un sacco di seguito, pensavo bisognava essere come lei per essere belle”, ha raccontato a Le Iene.

Le influencer da milioni di follower che, appunto, diventano un modello da seguire: “Seguivo Chiara Biasi mi affascinavano le spalle molto spigolose. Io avrei ammazzato per il suo fisico. Le ragazze volevano la Biasi e io gli volevo dare la Biasi. Pensavo ‘se divento così magra avrò più follower, mi scrivono più brand, entro nel giro, avrò successo’. Ho iniziato a buttar via il cibo, mi sono ritrovata a prendere il sapone per i piatti e metterglielo sopra. Non toccavo cibo“, ha rivelato all’inviata Nina Palmieri.
Una magrezza che non era sfuggita nemmeno a Maria De Filippi che nel momento più difficile a Uomini e Donne aveva trasmesso un videomessaggio per sostenerla. Voleva avere il suo thigh gap, lo spazio tra le gambe diventato una mania per molte ragazzine. Sui social chi la insultava dandole della “grassa” aveva iniziato questa volta a colpirla per il motivo opposto: “Alcuni follower hanno smesso di seguirmi, altri mi insultavano, mi dicevano che ero orrenda. Mi sentivo veramente brutta”.

Oggi le cose per Valentina sono cambiate: “Sto meglio, ho ripreso un po’ di peso. Il rapporto con il cibo è migliore, ma comunque rimane qualcosa. Quando vai al ristorante hai quel momento di vuoto. Non c’è giorno in cui non pensi al mio ricovero, non c’è un momento in cui sono totalmente spensierata. Ricordo tutta la fatica di questo percorso, adesso bisogna accettarsi nel nuovo corpo e non è facile. Nella malattia ho trovato tanta vita, ho capito che mi stavo uccidendo. In un certo senso mi sono uccisa, ho ucciso la persona che ero prima”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Daniele Nardi disperso sul Nanga Parbat: ricerche sospese

next
Articolo Successivo

Spende 25mila euro dal chirurgo estetico per assomigliare a David Beckham ma poi cambia idea: “Voglio essere Victoria, cambio sesso”

next