Meghan Markle dovrebbe imparare il rispetto per William e Kate, che diventeranno il futuro re e regina d’Inghilterra”. È questo il monito che ha rivolto il maggiordomo della principessa Diana, Paul Burrell, alla moglie del principe Harry all’indomani del super baby shower organizzato dalla Duchessa del Sussex a New York e costato, secondo i conti fatti dai tabloid britannici, oltre 330.000 sterline, quasi 431 mila euro. Intervistato dal Daily Mail, Burrel non ha risparmiato le sue critiche a Meghan: “Non siamo celebrità, essere reali è qualcosa di molto diverso“, ha detto ripetendo il mantra della regina Elisabetta. 

Secondo il maggiordomo di Lady D. infatti, William e Kate sarebbero rimasti “totalmente disorientati” dalla “eccessiva indulgenza” mostrata da Meghan durante il suo viaggio a New York, in cui ha trascorso qualche giorno in compagnia delle sue amiche, tutte vip del calibro di Serena Williams. “Le due diverse famiglie, i Sussex e il Cambridges, si stanno allontanando sempre di più, e questa potrebbe essere una buona cosa – ha detto Burrell -, perché Kate e William devono rimanere immacolati. Non hanno mai sbagliato niente. Kate è un esempio di una regina in fieri ed è così che si deve mostrare ai nostri occhi“.

“Sebbene anche William si mischi con le celebrità – ha aggiunto Burrell – non le porta a casa con lui, non sono suoi amici, sono persone con cui lavora. Il mondo delle celebrità in cui Meghan è stata immersa fino a poco tempo fa, invece, sembra essere il posto dove sono tuttora tutti i suoi amici, e questo può solo significare disastro“. Il rischio infatti secondo lui, è che la moglie di Harry possa cadere nella stessa trappola con i media in cui è caduta la Principessa del Galles se non cambia i suoi modi: “Anche Diana ha lasciato che la stampa entrasse in molti aspetti della sua vita e non è andata a finire bene“.

Al settimo mese di gravidanza, Meghan ha voluto celebrare il bebè in arrivo negli States e per l’occasione si è stabilita, dice il Daily Mail, nella stanza d’albergo più costosa e lussuosa degli Stati Uniti: la Penthouse Suite nel Mark Hotel a cinque stelle, che costa 75.000 dollari (66mila euro circa) a notte nell’esclusiva Upper East Side di Manhattan, con vista su Central Park. Burrell ha detto che la cosa non è stata vista di buon occhio dalla regina Elisabetta, che le avrebbe rivolto critiche feroci a Meghan, ripetendole il suo mantra: “Non siamo celebrità, essere reali è qualcosa di molto diverso“.

Ma gli eccessi del baby shower hanno scatenato polemiche non solo a Buckingham Palace: anche gli ambientalisti infatti, si sono scagliati contro la Duchessa per il jet privato con cui ha deciso di viaggiare, nonostante qualche tempo fa con Harry avesse lanciato una campagna di sensibilizzazione ai cambiamenti climatici. Meghan, infatti, ha scelto di volare a New York su un aereo privato con la sua amica Amal Clooney anziché viaggiare su uno dei tanti voli commerciali transatlantici che collegano Stati Uniti e Regno Unito ogni giorno.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

The Voice, ma se Elettra Lamborghini ha le caratteristiche per stare in giuria del talent, perché non scegliere Giulia De Lellis per quella del premio Strega?

next
Articolo Successivo

Oscar 2019, quando l’emozione ti tradisce: Rami Malek ritira la statuetta ma poi inciampa e cade dal palco: il video

next