Mi hanno detto che sono troppo grande. Ma ciò non significa troppo famosa, bensì troppo grassa“. È la denuncia che ha fatto la top model britannica Edie Campbell sul suo profilo Instagram. La 28 è a Milano per la Settimana della Moda Donna e, dopo aver chiuso giovedì la sfilata di Alberta Ferretti, avrebbe dovuto calcare la passerella di un altro celebre brand internazionale ma all’ultimo momento è stata esclusa perché, con il suo metro e 75 di altezza e con un girovita di 60 centimetri, è stata ritenuta troppo grassa per sfilare. La ragazza però, l’ha presa con ironia e ha deciso di raccontare sui social l’insulto ricevuto.

“Quando un brand ti scarta per il suo show dicendo che sei ‘troppo grande’, torni sui tuoi passi e i prendi una meritata pausa con le amiche”, ha scritto Edie pubblicando un selfie con un’amica, l’artista Christabel MacGreevy, mentre insieme fanno una ricca colazione. Nello scatto condiviso sul social e catturato in una stanza d’albergo, Edie posa con un grosso croissant fra le labbra mostrando frullati, mini vasetti di marmellata e altri dolci in attesa sul tavolo. Una bella risposta non solo a chi l’ha additata come “grassa” ma anche a tutte le giovani ragazze che per sfilare sulle passerelle più importanti si costringono a diete rigidissime, arrivando talvolta ad ammalarsi di anoressia. 

Edie ha iniziato giovanissima la sua carriera di modella, posando in un servizio fotografico con Kate Moss. Oltre ad apparire sulle copertine delle più prestigiose riviste, ha sfilato per famose griffe internazionali come Burberry, Hermès, Chanel, Christian Dior, Calvin Klein, Balenciaga, Thakoon, Cacharel e Yves Saint Laurent. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Gabriele La Porta morto, la moglie: “Il figlio Michele lo voleva interdire, sono stupita che ora lo elogi”

next
Articolo Successivo

Karl Lagerfeld morto, la sua gatta-ereditiera Choupette in lutto e con la veletta per il suo “Daddy”: “Grazie per le condoglianze”

next