Si è risolta ieri davanti al giudice di pace una querelle che risale al luglio di due anni fa, quando il destino di un uomo e quello di un gatto si sono incrociati. L’uomo infatti era stato colpito dal gatto, precipitato disgraziatamente dall’ottavo piano. In seguito a quell’incidente, l’uomo aveva riportato gravi danni alla cervicale e aveva deciso, assistito dall’avvocato Giovanni Giaretti, di rivolgersi al giudice pace che ieri ha stabilito per l’uomo un risarcimento congruo al danno subito. Il ferito ha quindi ritirato la querela. La donna, che viveva sola con il gatto in quel palazzo di Santa Rita, era già stata multata dai vigili per omesso controllo dell’animale.

 

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tifoso scrive a Boateng: “Ti ho perso al Fantacalcio, ora chi mi rimborsa?”. E il calciatore gli fa un bonifico

prev
Articolo Successivo

La ex velina sulla tv: “Non è sana. Di farla per essere etichettata e manipolata per un business altrui non mi va”

next