Tiene alla seconda Sanremo 2019, la puntata ha ottenuto 9.144.000 telespettatori e il 47,3% di share. Nel dettaglio la prima parte, dalle 21.26 alle 23.50, è stata vista da10.959.000 telespettatori e il 46,35% di share e nella seconda parte, dalle 23.55 all’1.05, 5.260.000 e il 51,98% di share. Lo scorso anno la seconda serata, in onda il 7 febbraio 2018, aveva ottenuto 9.687.000 telespettatori con il 47,7% di share. Per la precisione la prima parte, dalle 21.24 alle 23.53, era stata vista da 11.458.000 con il 46,6% mentre la seconda parte, dalle 23.57 all’1.07, aveva incollato allo schermo 5.867.000 con il 52,8% di share.
I picchi d’ascolto sono stati raggiunti, in termini di telespettatori alle 21.49 con 14.260.000 ascoltatori, durante il duetto Mannoia-Baglioni, mentre il picco di share è stato del 54,4% alle 0.22 durante lo sketch di Pio e Amedeo. La serata di ieri ha registrato inoltre un ascolto sopra la media di Rai1 nel target 15-24 anni, con il 54,2%, e nel target dei laureati, con il 51,6%. Il risultato dei ragazzi 15-24 anni è emblematico visto che è lo share più alto tra tutte le fasce di età (i 65+ hanno registrato il 49,3% di share ed è il secondo risultato sui target di età). Probabile che sul risultato stia incidendo la presenza nel cast di alcuni teen idol, come Achille Lauro, Ultimo, Irama e Ghemon.
Rispetto allo scorso anno il Festival perde dunque mezzo milione di telespettatori e lo 0,4% di share. Un risultato positivo che fa rifiatare i vertici Rai, anche se probabilmente alla fine delle cinque serate non riuscirà a superare i dati del 2018.  Cosa è accaduto durante la seconda puntata? “Via”, per dirla con una canzone di Baglioni, questa volta l’emozione e il trio si scioglie. Ne giova lo spettacolo che senza il traffico di artisti in gara, dai ventiquattro della prima sera si passa ai dodici della seconda sera, rifiata riuscendo a dare maggiore spazio a gag e ospiti favorendo il racconto televisivo.
L’impostazione e le scelte lasciano molti dubbi ma se la prima aveva annoiato la seconda almeno ha provato a intrattenere il pubblico. La sorpresa della serata? Pio e Amedeo. Il duo comico passa dalla rappresentazione dell’italian medio (basso) alle battute politiche bipartisan. Ancora non al massimo Bisio e Raffaele, applausi per Pippo Baudo. Il suo legame con il Festival è tanto indissolubile quanto emozionante. I duetti continuano con Fiorella Mannoia, Marco Mengoni e Riccardo Cocciante: il pubblico con l’effetto karaoke si diverte e rifiata. Michelle Hunziker rinfresca al pubblico la memoria, quest’anno a mancare sembra proprio una conduttrice. La gara entra nel vivo, stasera il giro di boa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2019, le pagelle della seconda serata: tra Einar che s’è messo in testa di riscrivere l’amore e Arisa che ci porta a La La Ladispoli

next
Articolo Successivo

Sanremo 2019, la seconda serata è la più difficile. E ieri ci ha lasciato un rammarico

next