Aveva picchiato, seviziato e legato con un guinzaglio la sua compagna per infliggerle una punizione. Con questa accusa un 40enne italiano è stato condannato oggi a otto anni di carcere dal tribunale di Torino. L’episodio risale al 2016 e si è svolto nella stanza di un albergo a ore del quartiere Barriera di Milano.

Vittima è una giovane slovacca, poi tornata nel suo Paese di origine. Secondo la ricostruzione dell’accusa, la donna era stata punita perché si era prostituita per comprare del crack da spacciatori nigeriani. I difensori, gli avvocati Wilmer Perga e Diogene Franzoso, avevano invece sostenuto che quello della loro assistita fosse un normale gioco erotico. Il pm Marco Sanini, che procedeva per sequestro di persona, violenza sessuale e maltrattamenti, aveva chiesto nove anni e quattro mesi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Napoli, aria al posto del carburante: ecco il “trucco” dei benzinai che truffavano gli automobilisti

next
Articolo Successivo

Papa Francesco ad Abu Dhabi, stavolta la notizia non sono i discorsi ma un documento

next