“Nel Global Compact c’è tutto quello per cui Paesi come Malta e la stessa Italia hanno combattuto per tanti anni. Adesso abbiamo una bozza di un accordo secondo cui tutti i Paesi devono farsi carico del problema migratorio. E io non mi capacito di come non venga accolto”. Sono le parole del premier maltese Joseph Muscat, intervistato da Valentina Furlanetto per Radio24. Il primo ministro esprime dubbi sulla contrarietà del governo italiano nei confronti del Global Compact, l’accordo promosso dall’Onu per fissare una posizione comune dei Paesi della Unione europea nei confronti dell’immigrazione.
Circa le critiche mosse a Malta per essersi sottratta al salvataggio in mare, pur avendo una zona Sar (save and rescue) 750 volte più grande del suo territorio, Muscat precisa: “Quello che posso dirle è che siamo il terzo Paese per quanto riguarda il numero di richieste di asilo nell’Unione europea. C’è quindi una pressione su Malta. Il ministro dell’Interno italiano? Con il signor Salvini non mi sono mai sentito, con il presidente del consiglio mi sento spesso, la sua predisposizione naturale è per il dialogo. Penso di avere una decente relazione con lui, anche se non sempre siamo d’accordo su questo tema”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cena sulla giustizia, Di Battista contro Salvini: “Roba da ancien régime l’evento da 6mila euro con Boschi e Tronchetti”

prev
Articolo Successivo

Tav, Marcucci: “Basta nascondersi dietro commissioni fatte ad hoc”. Poi Pd grida “vergogna”, ma La Russa: “Voi vergognosi”

next