Stando alle intercettazioni ambientali e alle riprese video, strattonavano i bambini, li colpivano alla testa e li insultavano. Tre maestre e una collaboratrice scolastica di un asilo dell’area dei Castelli Romani, alle porte della Capitale, sono agli arresti domiciliari da questa mattina, quando i carabinieri della compagnia di Velletri hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare disposta dal gip al termine di un’indagine coordinata dalla Procura locale. Sono ritenute responsabili di maltrattamenti su bambini, tutti dai tre ai cinque anni.

I comportamenti delle tre insegnanti della scuola materna e della collaboratrice, di età compresa tra i 55 ed i 65 anni, sono stati appunto accertati dalle intercettazioni ambientali e dalle riprese che hanno permesso di constatare diversi episodi di violenza compiuti quotidianamente nei confronti di bambini. Nel provvedimento giudiziario notificato questa mattina dai carabinieri, il giudice per le indagini preliminari descrive un grave quadro indiziario nei confronti delle quattro donne, ritenute responsabili di condotte di “sopraffazione sistematica” perpetrate nella loro attività lavorativa all’asilo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ufo, avvistamenti dalla Valtellina alla Sicilia: gli scatti pubblicati sui social dal Centro ufologico Mediterraneo

next