Rami Malek sta vivendo il miglior momento della sua carriera, l’attore ha trionfato ai Golden Globes 2019 portando a casa il premio come miglior attore per la sorprendente performance di Freddie Mercury nel film “Bohemian Rhapsody“. Nonostante il successo imponente e la visibilità di queste settimane è stato protagonista di un episodio piuttosto imbarazzante nel corso della serata, in particolare durante la premiazione per il miglior film.

E’ salito sul palco in compagnia di Nicole Kidman, l’attrice australiana però al momento della consegna ha snobbato il povero Malek che inutilmente ha tentato di salutarla allungando in qualche modo la mano. Provando poi a superare l’imbarazzo appoggiando la mano sulla sua sua schiena per attirare l’attenzione dell’ex moglie di Tom Cruise. L’episodio non è passato inosservato sui social, dove è stato postato dall’utente 1AbbyRoad e generato numerosi commenti.

Intanto l’attore di origini egiziane, che già si era fatto notare nella serie tv Mr. Robot, ha commentato la vittoria per lui inattesa: “Speravo che il film si imponesse nel mondo, vincere il Golden Globe è stato un grande onore non solo per me, ma anche per Freddie Mercury, per il nostro Bohemian Rhapsody”, ha commentato Malek.

Al Corriere della Sera ha raccontato il lavoro di preparazione per questo difficile ruolo: “Ho scelto di dedicare mesi allo studio di Freddie, alle sue ricerche musicali, ma anche esistenziali. Ho studiato con passione il suo modo di suonare, la sua voglia di identità, che andava molto al di là del ruolo di rockstar. Certo, è stato faticoso usare una finta dentatura, cercare di cogliere la sua anima e la sua sessualità”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tekashi 6ix9ine, la foto hot dal carcere del trapper americano con la fidanzata Jane

prev
Articolo Successivo

Francesco Chiofalo svela la data dell’operazione al cervello: “Mi hanno ricoverato al San Camillo, sono terrorizzato”

next