L’hanno aggredita, buttandola a terra, poi hanno tentato di violentarla. Ma lei, approfittando di una distrazione, è riuscita a metterli in fuga, sferrando un calcio a uno degli assalitori. Il fatto è avvenuto la mattina del 7 gennaio, attorno alle 6,30, a Grosseto. Vittima una ragazza di 25 anni che stava andando a lavoro.

Secondo quanto riportato dalla ragazza ai carabinieri gli aggressori erano due. Uno, di origini nordafricane, faceva il palo, mentre l’altro le piombava addosso, tentando di sfilarle i pantaloni, dopo essersi denudato davanti a lei. A “salvarla” un’auto che, passando in strada, ha distratto i due presunti stupratori. È bastato questo alla 25enne per respingere l’uomo sopra di lei a calci e per far scappare i due assalitori nelle campagne circostanti. La vittima, rimasta a terra dopo essere stata colpita più volte alla testa e presa a schiaffi, è riuscita a rialzarsi e a raggiungere il magazzino dove lavora, raccontando il tentato stupro.

Sul posto è intervenuto subito il 118 per le prime cure. La giovane è stata poi portata in ospedale per medicare le escoriazioni riportate. Come scrive il Quotidiano Nazionale, la giovane donna ha fornito agli agenti del nucleo investigativo dei carabinieri, che stanno indagando sulla vicenda, una descrizione dei due uomini: alti, vestiti con dei giacconi in pelle, e sicuramente stranieri.