Da 12 anni l’attore Giulio Berruti soffre di fibromialgia, nota anche come “malattia fantasma“. A rivelarlo è stato lui stesso sul suo profilo Instagram, dove ha voluto consigliare ai suoi followers un rimedio che gli da sollievo: “Il metodo si chiama Wim Hof – ha raccontato l’attore nelle sue stories – Lo trovate su Google. Acqua fredda del rubinetto, ci buttiamo dentro. 10 minuti al giorno, tutti i giorni, vi passa la fibromialgia. Provateci, ve lo assicuro. Ci soffro da 12 anni e le ho provate tutte, questa cosa funziona. Chi ne soffre sa di cosa parlo”.

La fibromialgia infatti è una malattia diagnosticata con molta difficoltà dai medici perché presenta sintomi diversi come dolori cronici ai muscoli, stanchezza e disturbi dell’umore e del sonno. “Mi state scrivendo veramente in tanti – continua Giulio Berruti – e la cosa mi solleva perché per anni sono stato preso per pazzo pure dai medici”. “Ero convinto di essere tra i pochi ad avere questo disturbo di cui non si conosce la causa ma siamo tanti. Tenete duro”, ha concluso l’attore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Miss Universo 2018, la vincitrice è la filippina Catriona Gray. Per la prima volta una giuria di sole donne

prev
Articolo Successivo

Meghan Markle impedisce al principe Harry di partecipare alla tradizionale caccia al fagiano: la famiglia reale si preoccupa

next