Fabrizio Corona si trovava nel bosco della droga di Rogoredo, alla periferia di Milano, per realizzare un servizio sullo spaccio per il programma di La7 Non è l’Arena condotto da Massimo Giletti. L’ex re dei paparazzi sarebbe stato aggredito dai pusher che lo avrebbero preso a calci e pugni, come ha raccontato sui social postando foto e video mentre si trovava su una barella dentro un’ambulanza. Come ogni storia che coinvolge Corona c’è chi esprime dubbi sulla veridicità dei suoi racconti.

“Nella puntata di ‘Le mirabolanti avventure di Corona nel bosco (di Rogoredo) gli sceneggiatori si sono dimenticati un dettaglio: il rolex daytona chocolate da 30mila euro al polso. Lui dice agli infermieri, “Mi sono fatto 6 anni di carcere, so come funziona” eppure si butta in mezzo ai peggiori spacciatori e tossici di Milano, che per 20 euro ammazzerebbero la nonna, con catena d’oro e cronografo da collezione…”, scrive il sito Dagospia.

Domanda simile era comparsa anche tra i vari commenti social, in effetti se l’imprenditore è stato derubato di tutto perché nel materiale pubblicato online ha ancora addosso gli oggetti di maggior valore? Sempre lo stesso sito si sofferma sulla ricostruzione fatta dall’ex di Asia Argento: “In ambulanza non vuole andare in ospedale. Agli infermieri che vogliono portarcelo per una visita specifica lui dice che vuole tornare a recuperare il cellulare. ‘‘Hai un po’ di segni sparsi per il corpo, meglio andare”, dice una, e lui replica ”Beh, poi siamo caduti nei rovi”. Quindi i graffi se li è fatti rotolando? “, insiste Dagospia.

Il giornalista Carlo Mondonico su Instagram si sofferma invece su un altro aspetto: “Fabrizio Corona viene soccorso da un’ambulanza dopo l’aggressione a Rogoredo. Nella foto che lui ha postato lo si vede mentre gli misurano la pressione con indosso i vestiti e il giaccone mimetico della Nike! Ma chi ha chiamato, Dr. House?”, ironizza Mondonico.

“Pagliaccio”, “Tutto preparato per far parlare di lui”, “Sei la barzelletta di Italia”, “Fake al 100%”: scrivono in molti sui social, dove però in tanti inviano anche messaggi di affetto e di auguri di pronta guarigione. Qualcosa non torna nel racconto dell’aggressione o Corona è vittima questa volta del solito complottismo? Lui su Instragram risponde per le rime: “Avete rotto il ca**o con queste fake news”, Giletti a Fanpage assicura: “Abbiamo tutte le immagini perché si è salvata una microcamera, per cui c’è del materiale che mostreremo domenica”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Famiglia cerca fotografo per immortalare “i tuffi alle Maldive, il carnevale a Rio e le sciate sulle Alpi”. Lo stipendio? Oltre 100mila dollari all’anno

next