Renzi continua a disinteressarsi del Pd? Ormai è energia distruttiva. Se non ci crede più, è meglio che esca, meglio una separazione consensuale”. Così Francesco Boccia, candidato alla segreteria dem, prima di andare a consegnare le firme necessarie per la propria candidatura alla sede del partito al Nazareno. “Su Martina convergeranno parte dei renziani? Lui non può dirsi discontinuo da Renzi, è stato suo vice e importante ministro”, ha poi attaccato Boccia, dopo la divisione in casa renziana seguita al ritiro di Marco Minniti, con un pezzo che proverà a trattare per convergere sullo stesso Martina e un’altra che sosterrà il ticket Giachetti-Ascani. Boccia invece, primo a consegnare le firme tra i candidati alla segreteria, ha rivendicato di voler “cambiare radicalmente lo stato sociale” del partito: “Deve tornare a porte aperte. Riparto da cancellazione di Jobs Act e del pessimo decreto Di Maio, così come  dall’ambiente”.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Attentato Strasburgo, Salvini: “Massima attenzione. Arresto immediato anche degli infami che esultano online”

prev
Articolo Successivo

Ddl Anticorruzione, ingorgo lavori in Aula e rischi sui voti segreti: posta la fiducia al Senato. Opposizioni contro Fraccaro

next