Scontro in Aula alla Camera tra Pd e M5s, durante le dichiarazioni di voto per la fiducia al Decreto Sicurezza, provvedimento rivendicato da Salvini e dalla Lega. “Ora salite sui tetti a urlare che è stato approvato il decreto di un partito, non la legge del popolo. Un decreto della Lega, che va approvato senza modifiche e senza discussione”, ha attaccato sarcastico il deputato dem Emanuele Fiano. Per poi concludere: “Fate attenzione voi che vi dite contrari e poi chinate il capo. Noi non lo faremo, voteremo no”. “Questo decreto, se fosse stato scritto da un nostro ministro, forse avrebbe rivelato una sensibilità diversa, sarebbe stato impostato in modo diverso, ma avrebbe perseguito gli stessi obiettivi”, ha replicato Federica Dieni (M5s), rivendicando “coerenza” dopo il contratto di governo fatto con la Lega.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Btp-Italia, il vaffa-day dei risparmiatori

next
Articolo Successivo

Manovra, Di Maio: “Nessuno slittamento di reddito di cittadinanza e quota 100”

next