“Ho visto tante strette di mano in questa conferenza di Palermo. Ma l’obiettivo, anche se la conferenza avrà successo, non sarà amico dei diritti umani: perché la Libia che vuole l’Europa e per cui l’Italia ha organizzato questa conferenza è una Libia che serve a fermare le partenze in modo ancora più efficace, se possibile”. Commenta così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, a margine In occasione della della conferenza stampa promossa oggi alla Camera dei deputati dall’Arci per “discutere di cosa sta accadendo davvero in Libia dopo l’accordo stretto dal governo con quel Paese in tema di flussi migratori” in contemporanea la conferenza internazionale sulla Libia convocata a Palermo.

Il meeting internazionale organizzato dal governo italiano è “un flop annunciato“, dice il deputato di SI Erasmo Palazzotto. “A sette anni dall’apertura della crisi libica siamo ancora dell’idea che dobbiamo trovare una soluzione condivisa e non c’è alcuna soluzione condivisa sul tavolo”. E poi ci sono tutte le contraddizioni europee: “Pensiamo agli EU trust fund, di cui l’Italia è uno dei maggiori finanziatori con più di 100 milioni di euro”, sottolinea Paolo Pezzati, AOI e policy advisor per le crisi umanitarie a Oxfam Italia. “Il fondo europeo che doveva in teoria contrastare le cause profonde della migrazioni con progetti di sviluppo, in Libia sta finanziando il controllo delle frontiere, rafforzando economicamente regimi che non sono campioni di diritti umani. L’obiettivo è quello di impedire alle persone di arrivare nel nostro continente”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Antimafia, via alla commissione: ne fa parte anche alla moglie di Mastella. Morra del M5s verso la presidenza

next
Articolo Successivo

Busto Arsizio, la giunta di centrodestra inaugura piazza con Emanuele Filiberto. 80 anni fa decreto regio sulle leggi razziali

next