L’azione più importante della partita, l’attaccante tira verso la porta e all’improvviso il segnale si interrompe. Una scena che nella nostra penisola si ripete ogni week end per gli abbonati di Dazn ma che in qualche modo sta vivendo anche Diletta Leotta, volto principale della piattaforma online. La bella conduttrice sembra aver messo un piccolo stop alla sua ascesa televisiva, una frenata improvvisa dopo mesi di accelerazioni importanti.

Non a caso c’è chi assicura che si sia già pentita di aver detto addio al calcio su Sky, dove Ilaria D’Amico le aveva fornito un assist a porta vuota spostandosi sulla Champions League. La fidanzata di Matteo Mammì nella tv satellitare un ruolo ce l’ha comunque con la conduzione de “Il contadino cerca moglie“, un format prodotto da Fremantle e mai veramente esploso. Da qui l’idea dalle parti di Milano Rogoredo di affidarsi a una presentatrice in vista (rispetto alla semisconosciuta Ilenia Lazzarin) per portare a casa qualche punticino in più e portare la Leotta verso il mondo dell’intrattenimento.

Diletta nei panni di Cupido sembra ripetere sé stessa e i suoi errori. Si muove in contesti totalmente scritti, lascia la sensazione di aver ingoiato il copione. Con un bellissimo primo piano parla a macchinetta, uno sguardo alla camera e uno al gobbo. Il risultato può sembrare a tratti gradevole, quasi a voler convincere chi guarda che non è solo bella ma che balla pure. Sembra però incapace di ogni forma di improvvisazione, per esempio a Miss Italia, blindata da una corazza non necessaria che la costringe a lavorare su una spontaneità al momento assente.

Il docureality, seppur venduto in tutto il mondo, non brilla per originalità in una tv già piena zeppa di reality. Il governo ci ha anche provato, indirettamente, a sponsorizzare il programma garantendo un terreno a chi arriverà a fare il terzo figlio ma gli ascolti non sono migliorati. Erano già partiti male, solo 116.000 spettatori con l’1,6% (aggiungendo anche Fox Life+1) di share.

Passa da Miss Italia a Il Contadino cerca moglie, da Dazn al sogno Le Iene, dal programma radiofonico su Radio 105 ai rumors su trasmissioni Rai: Diletta Leotta studia da Belen Rodriguez e non da Ilaria D’Amico. Proprio come l’argentina gode di numeri da capogiro sui social, fa notizia anche solo mettendosi in posa con sua madre e una parte numerosa dei suoi follower, solo su Instagram superiori ai tre milioni, si lascia andare a commenti volgari che nemmeno la bacheca di Valentina Nappi. L’argentina che pure sa ballare e cantare finisce al centro della scena per meriti diversi, il punto è che di Belen ce n’è già una. Il contadino cerca moglie, Diletta cerchi la spontaneità. Con l’augurio di trovarla presto, non con i tempi di Dazn.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sinead O’Connor: “I bianchi non musulmani sono disgustosi”. Polemiche per il tweet razzista

prev
Articolo Successivo

Asia Argento e Fabrizio Corona, lei prima dice alla madre “fottiti troia”, poi ci ripensa: “Mamma ti voglio bene”

next