Siete delle m… Avete rotto il c…“. È la frase urlata la notte scorsa fuori dalla casa del Grande Fratello. Gli insulti sono arrivati forte e chiaro anche ai vip che partecipano al programma e ai numerosi telespettatori notturni che hanno commentato l’accaduto sui social. I concorrenti sono subito usciti in giardino e hanno tentato di capire cosa stesse succedendo, poi sono scoppiati a ridere.

Non è chiaro il motivo delle urla fuori dal loft, ma secondo quanto si è potuto capire si tratterebbe di un uomo che vive nel palazzo vicino agli studi di Cinecittà, infuriato per il viavai di fan che ogni notte si appostano sotto la casa più spiata d’Italia per far sentire il loro affetto ai concorrenti al di là del muro.

Non è la prima volta che qualcuno protesta contro gli schiamazzi provocati dalla presenza della casa del programma di Canale 5. Già durante la scorsa edizione i vicini si erano scagliati contro le “bimbe di Giulia De Lellis”, le fan dell’ex corteggiatrice di Uomini e Donne.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ascolti tv, intervista ad Asia Argento porta Non è l’Arena a superare Canale 5. Nel pomeriggio testa a testa tra Venier e D’Urso

next
Articolo Successivo

Opera di Roma, incanta Il Flauto Magico “cinematografico”: il capolavoro di Mozart come un film muto, tra Buster Keaton e Tim Burton

next