Anche il tennista Rafael Nadal si è unito alla gente di Sant Llorenc des Cardassar, a Maiorca, per aiutare a ripulire le case e le strade dopo le piogge torrenziali che hanno devastato l’area orientale dell’isola, provocando la morte di dieci persone. Risulta ancora disperso un bambino di cinque anni mentre sono più di 200 gli sfollati.

In un video diffuso da El Pais le telecamere hanno registrato l’atleta maiorchino impegnato con gli altri volontari. Dopo le inondazioni, Nadal aveva messo a disposizione anche le strutture del suo centro sportivo per chi è rimasto senza casa. Una cinquantina le persone che sono state ospitate.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jamal Khashoggi, la sua morte sospetta nel consolato non ha precedenti nella repressione saudita

next
Articolo Successivo

Uragano Michael si abbatte su Florida e Georgia: almeno due morti e 380mila persone al buio. Venti a 247 km/h

next