“Questo è un passaggio importante per cui ovviamente si tocca anche il discorso che investe il nucleo per la lotta anti frode, la concezione che dobbiamo dare all’aiuto di Stato. Questo non può essere valutato indipendentemente dal funzionamento del mercato. Se ad un certo punto le condizioni sono alterate perché le diversità tributarie sono forti e o le frodi sono diverse l’aiuto di Stato andrebbe valutato alla luce di queste condizioni oggettive affinché si possa realizzare il mercato competitivo che sta nell’articolo 3 del Testo Unico europeo come tra gli obiettivi principali dell’Unione Europea”. Così il ministro Paolo Savona nel suo intervento alla presentazione del rapporto sulle frodi in Ue

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Di Maio è un contapalle come Renzi. Lo ‘dice’ pure Beppe Grillo

next
Articolo Successivo

M5s, europarlamentare Daniela Aiuto lascia il Movimento: “Difficoltà di dialogo e restrizioni. Io lasciata ai margini”

next