X-Factor è una strada molto veloce, molto pericolosa ma molto illuminata”. Lodovico “Lodo” Guenzi accetta l’investitura da nuovo giudice del talent di Sky sostituendo Asia Argento, e i social si dividono. Arriva attorno a metà pomeriggio il lungo post di Lodo su Instagram corredato da foto vintage con lui alla chitarra e sullo sfondo i suoi compagni de Lo Stato Sociale. “Da sempre la nostra vocazione è portare un’alterità nel sistema, non fare gli eremiti che parlano solo “a chi se lo merita”, spiega la sua scelta usando come soggetto il “noi” della sua band. “Dai baretti ai palasport, dalle radio locali a Sanremo, se sai chi sei puoi andare ovunque. Senza smettere di indagare i paradossi che il voler parlare liberamente ma al contempo a tanta gente porta con sé, come quando scrissi tre anni fa nasci rockstar muori giudice a un talent show. È uno dei miei pezzi preferiti e non se l’è cagato nessuno, ora spero diventi un po’ più famoso”.

Il frontman bolognese risponde così alle critiche di molti utenti social che appena letto della sua promozione a giudice hanno riportato alla luce una sua recente dichiarazione non proprio all’acqua di rose sul talent Sky dove affermava: “Il problema di X Factor è il modello educativo che propone in un meccanismo tv dove il talento viene svilito per lo spettacolo ed emergono sempre il bel canto o i fregni. Il valore e la preparazione passano in secondo piano”. Oggi, invece, i toni rimangono un po’ più sarcastici perchè il matrimonio s’ha da fare . Una vicinanza inattesa con X Factor che risale addirittura alla scintilla che l’ha fatto iniziare a cantare professionalmente. “Quello come giudice è l’unico provino che avrei potuto passare ad X Factor. A sedici anni ho visto Morgan in tv rispondere a una ragazza che rifiutava un giudizio negativo sostenendo di saper cantare. Lui rispose: vedi, tu canti meglio di Lou Reed… ma io preferisco Lou Reed. Credo di essermi appassionato di musica in quel momento, e credo che quello sia il motivo per cui alla fine ho passato sei anni sui palchi”.

Così se sul suo profilo Instagram Lodo viene riempito di complimenti, sulla prateria aperta di Twitter piovono parecchie critiche riassumibili in un tweet dell’ AsiaArgentoFanClub: “Complimenti a #LodoGuenzi per la coerenza e soprattutto per essersi fatto COMPRARE”. Guenzi però torna sul caso Argento en passant ringraziandola genericamente (“Credo che Asia sia stata bravissima e ho la fortuna di ereditare una squadra splendida scelta da lei, e qualsiasi cosa succeda di buono rimarrà fondamentalmente merito suo”) perché il saluto più sentito e doveroso va verso i “regaz” de Lo Stato Sociale: “Il grazie più grande va ad albi, bebo, carota e Checco, la mia band, i miei amici, che anche in questo caso mi hanno sostenuto”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ben Affleck racconta su Instagram la sua dipendenza dall’alcol: “Combatto una lotta lunga e difficile”

prev
Articolo Successivo

Montserrat Caballé, morta a 85 anni una delle più grandi voci del ‘900

next