Un urlo in tv non dovrebbe più far notizia, abituati ai vari reality e talk show. Questa volta l’episodio avvenuto domenica scorsa a Linea Verde, programma di Rai1 dedicato al mondo dell’agricoltura, è diventato virale sui social network nel giro di poche ore. Daniela Ferolla, che conduce trasmissione con Federico Quaranta, si è recata nel castello di Piovera nell’Alessandrino accolta dal conte Niccolò Calvi di Bergolo che con stile nobile ha illustrato i posti più curiosi.

Non solo, ha poi fatto tappa nel suo laboratorio d’arte mostrando alcuni dei suoi lavori esposti all’interno del vecchio fienile del castello e nella scuderia medioevale. Al centro del suo lavoro la creatività dell’individuo, prende un foglio bianco e una china nera: “Allora lei sceglie in questi album qual è il disegno che vuole e poi deve cominciare quasi ad urlare.”

La Ferolla resta senza parole e accenna un sorriso, Calvi smette di urlare e spiega: “Io mi sono liberato: l’urlo sparisce, il disegno rimane. E’ importante lasciare questo messaggio”. Così pochi secondi e concede il bis questa volta anche con la conduttrice urlante durante il disegno. Il momento è stato immortalato su Instagram da Chef Rubio e ha suscitato ilarità e commenti ironici su social dove il video, inutile dirlo, non è passato inosservato. ”

“Voglio farlo pure io con un foglio bianco e una biro. Speriamo che mio marito non mi faccia ricoverare!”, scrive una spettatrice. “Ma tutto a posto?”, si chiedono altri. L’urlo questa volta fa sorridere, provare per credere.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Prova del Cuoco, con la “gestione” di Elisa Isoardi auditel al minimo storico. La conduttrice: “Programma nuovo, ci vuole tempo”

next
Articolo Successivo

E poi c’è Cattelan a teatro, l’intro con Valerio Mastrandrea in versione Birdman

next